A+ R A-

I Pilastri della Salute

  • Category: news
  • Published: Wednesday, 01 May 2013 19:12
  • Written by Super User
  • Hits: 1918

La salute di ciascuno dipende, prima di tutto, da alcune regole che possiamo definire "pilastri" portanti del benessere della persona e che rientrano in quella che è la mia filosofia di lavoro.
Oltre a curare il disturbo, l'obiettivo è quello di far stare bene il paziente, aiutarlo a ritrovare la propria serenità e uno stato di equilibrio generale. Vediamo insieme quali sono i principali pilastri della salute.

  1. Mantenere l'intestino in buona salute: alimentarsi con cibi biologici i e probiotici non OGM e in generale alimentarsi il più possibile con cibi non trattati.
  2. Proteggere e sostenere la salute dell'intestino (e di conseguenza dell’organismo) con l'uso di prebiotici e probiotici.
  3. Se possibile, privilegiare l'allattamento al seno almeno fino al sesto mese.
  4. Fare esercizio fisico per almeno trenta minuti al giorno. Muovere il  corpo per mobilizzare le tossine e contrastare l'eccesso di cortisolo  dovuto allo stress.
  5. Usare con moderazione sale (non più di 5 g al giorno), zucchero e grassi raffinati. Si ricorda che alcuni tipi di grassi sono benefici essenziali: da evitare sono i grassi trattati. Sarebbe bene evitare i cibi Industriali che sono ricchi di sale, zuccheri e grassi e usare moderazione nell'utilizzo di bevande alcoliche, che sono ricche di zucchero.
  6. Coricarsi presto; non guardare la TV e non navigare in internet prima di andare a dormire: la luce dello schermo interferisce con la produzione di melatonina. Se possibile creare un "rituale", come fare un bagno o qualcos'altro di rilassante prima di dormire.
  7. Bere almeno 30 ml d'acqua per kg di peso corporeo al giorno.
  8.  Se non strettamente necessario, non privilegiare farmaci di sintesi, che spesso alterano la benefica flora batterica intestinale. Optare, invece, per medicinali omeopatici o in generale Iow dose che, al contrario, non provocano disbiosi intestinale e non hanno effetti collaterali.
  9. Alcalinizzare l'organismo e bilanciare il pH. Frutta e verdura fresca sono i più efficaci alcalinizzanti. In alternativa scegliere un buon integratore alimentare che riequilibri il pH.
  10. Evitare o limitare cibi pro-infiammatori, quali: glutine, glutammato monosodico (additivo utilizzato per la preparazione di dadi e preparati granulari per brodo), zucchero, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio e altri dolcificanti artificiali, cibi fritti e ogni tipo di cibo trattato e confezionato.
  11. Alimentarsi con cibi anti-infiammatori, quali:
    •    verdure a foglia verde come cavoli, spinaci e cicoria
    •    frutti interi (non succhi di frutta)
    •    olio extra-vergine di oliva spremuto a freddo
    •    acqua naturale e thé verde
    •    frutti rossi
    •    nocciole crude
    •    cibi ricchi in Omega3, quali noci, sardine, salmone, semi di lino.
  12. Non fare un pasto abbondante prima di coricarsi; interporre almeno due ore (tre sono ottimali) tra l'ultimo pasto e il momento di andare a letto. Consumare il pasto principale a pranzo.
  13. Respirare profondamente e ritmicamente per stimolare la risposta vagale (riduce la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna). La respirazione rapida e superficiale stimola il SNV simpatico, mentre quella profonda stimola il SNV parasimpatico. Non è possibile essere stressati e respirare profondamente allo stesso tempo.
  14. Non fumare. Tra l'altro la nicotina è fortemente pro-infiammatoria.Non eccedere con la caffeina (ed evitare i dolcificanti artificiali).
  15. Mantenere aperta la mente. La mente è come un paracadute: funziona solo quando è aperta. Concentrarsi su pensieri positivi, esercitare il cervello ad allontanarsi dal "borbottio" interno dei pensieri negativi. I pensieri negativi sono pro-infiammatori.
  16. E infine, moderazione in ogni cosa, anche nel seguire questi suggerimenti.

I Fiori di Bach

  • Category: news
  • Published: Wednesday, 01 May 2013 19:12
  • Written by Super User
  • Hits: 2269

La “ terapia con i fiori di Bach” messa a punto negli anni trenta dal medico inglese Edward Bach, è un metodo di cura naturale, di facile applicazione, di grande efficacia e di bassissimo costo. Riconosciuta ufficialmente dall’Organizzazione Mondiale della Sanià’, la floriterapia conosce oggi un grande e meritato successo in tutto il mondo. Molte riflessioni spinsero Bach alla ricerca di rimedi che non avessero controindicazioni di alcun tipo; rimedi che prendessero in considerazione l'individuo nella sua integrità e gli concedessero la dignità di persona capace di prendere coscienza della propria situazione e di affrontarla serenamente, senza timori né prevenzioni di alcun tipo.
Bach considerava le piante e i fiori come specchi dell'essere umano; ne studiò a lungo il comportamento, ne mise in rilievo l'ambiente di crescita e le abitudini vegetative. In base a questi elementi, identificò e classificò nelle piante scelte una serie di condizioni che riteneva possibile ricondurre a determinati stati d'animo umani. La somministrazione dei rimedi avveniva infatti sulla base di tali corrispondenze.

Perché curarsi con i fiori di Bach?

All'alba del nuovo millennio le grandi scoperte scientifiche e tecnologiche danno alla nostra vita la possibilità di essere di gran lunga migliore di quella dei nostri genitori e nonni. Eppure, nonostante il progresso, viviamo peggio, vittime di un sottile disagio che ci consuma dall'interno. Il fatto e che il mondo in cui viviamo cambia, giorno dopo giorno, a una velocità mai raggiunta prima, e la nostra mente ha difficoltà a tenere il passo, abituata com'é ai ritmi lenti dell'evoluzione naturale. Facciamo fatica, ma non possiamo avere cedimenti, non possiamo sbandare né tanto meno rallentare, mai! e intanto quel sottile disagio, quel sussurro che ci dice "fermati" resta sullo sfondo, ignorato, negato: libero da crescere e trasformarsi in urlo.
Insonnia, mal di testa, dolori articolari, scompensi cardiaci, gastrite, paure improvvise, depressioni, esplosioni di emozioni non più controllabili: aumentano i "malesseri dell'anima". Quelle parti di noi che tentiamo di cancellare ci ricordano della loro esistenza attraverso sintomi fisici o psichici, che sono del campanelli d'allarme, un modo per mandarci un segnale che dice: "Basta! Non puoi andare avanti cosi!".


La medicina naturale in generale e la floriterapia in particolare capovolgono la visuale: i sintomi si eliminano risalendo alle loro cause interne, ricostruendo l'intima armonia che è l'unica strada per giungere al vero benessere.
Ma non aspettatevi miracoli, non pensate di potere stare seduti ad attendere che la guarigione giunga da sola! Non e questo lo spirito di una medicina che si prende cura del corpo e dell'anima visti come indissolubilmente legati.
Utilizzare la floriterapia significa entrare in un processo dinamico significa imparare a chiedersi cosa realmente non funziona nella nostra vita. Cercare il fiore che ci guarisce significa anche guardarsi dentro, conoscere noi stessi.
Tutto questo può apparire difficile a chi non l'ha mai fatto prima ma è l'unica vera via.  E dopo si vive meglio, piu sereni, veramente sani.
La floriterapia e una cura dolce, naturale, che mira a restituire armonia al corpo e alla psiche del paziente. Il presupposto e che all'interno di ogni essere umano, anche se malato, ci siano le energie necessarie e sufficienti per ottenere una completa guarigione: si trat¬ta solo di sbloccarle, in modo che queste energie siano libere di agire dall'interno.

Gli amici dei denti: lo Spazzolino

Lo spazzolino è lo strumento essenziale per l'igiene: fai sempre attenzione alla sua scelta.

Gli amici dei denti: il Dentifricio

Ecco un altro prezioso alleato: scegli quello giusto per te!

Gli amici dei denti: il Colluttorio

Rinfresca l'alito, ma previene anche carie e gengiviti, grazie alla sua azione antibatterica.

Gli amici dei denti: il Filo Interdentale

Arriva là dove non riesce lo spazzolino. E' un alleato fondamentale per l'igiene orale.

Gli amici dei denti: il Dentista

Sarà lui a consigliarti e a guidarti verso la riscoperta del tuo sorriso!

Social