Protesi Mobile

Con il termine protesi dentale mobile si intende una protesi che, come indica la parola stessa, si toglie ogni giorno per essere pulita.

La realizzazione di una protesi mobile permette la riabilitazione di bocche parzialmente o totalmente edentule (prive, cioè, di denti).

Esistono diversi tipi di protesi mobile e per ogni paziente si studia la soluzione migliore per ottenere il miglio risultato. in generale, però, le protesi mobili si possono suddividere in due "macro-categorie":

- parziale: questo tipo di protesi si ancora, per mezzo di ganci, ai denti naturali residui o ad altri elementi naturali (denti) o artificiali (impianti), e di solito è formata da una struttura metallica.. La presenza di attacchi metallici consente di ottenere un miglior livello di stabilità funzionale e masticatoria. Se si sceglie questa soluzione, però, è necessaria la protesizzazione di uno o più elementi dentari dove si inseriscono gli attacchi dello scheletrato.

- totale: quando nel paziente mancano totalmente denti o radici naturali residui, la protesi totale in resina (dentiera) sostituisce una o entrambe le arcate dentarie poggiando unicamente sulle mucose e sull'osso del paziente. In questo caso la stabilità della protesi può essere compromessa dal graduale riassorbimento osseo (tale da richiedere regolari "ribasature" da parte del dentista) e l'efficacia masticatoria può essere ridotta rispetto ad altre soluzioni protesiche
Nonostante questo, però, la protesi totale rappresenta a tutt'oggi una soluzione più economica e meno complessa per ripristinare le funzioni orali del paziente. L'utilizzo di materiali (compositi e ceramiche) innovativi, garantisce la validità funzionale, anallergica ed estetica del risultato.